SORRISI ALPINI

“E’ la montagna più alta d’Italia?”

Non ce l’abbiamo fatta, io e p.Piero, a trattenere il sorriso, quando ci è stata rivolta questa domanda da Mamadì sul monte Cesèn, sopra Valdobbiadene, a 1.500 metri d’altezza.

Una splendida giornata che offriva un panorama fantastico: la pianura del nord-est a sud, fino al mare; a nord la spettacolare catena della Dolomiti, con le pale di San Martino, il Civetta, il Pelmo…

Erano quasi una dozzina i ragazzi che alle 9 si sono infilati nel pulmino e l’auto di Alceste per questa scampagnata fuori porta. In meno di un ora siamo a Pianezze, ma continuiamo fino in cima, dove la vista spazia a 360 gradi.

Inutile dire l’emozione nostra nel vedere la sorpresa loro nel sentirsi sul “tetto del mondo”; d’altro canto in Senegal – ci dicono – non ci sono montagne, per cui questo ambiente è per loro del tutto nuovo, un po’ come per noi essere catapultati in mezzo al deserto tra le dune del Sahara, immagino.

In effetti se questo panorama entusiasma sempre noi italiani, figuriamoci chi ha sempre vissuto al livello del mare!

E’ stato davvero bello camminare per quasi un’oretta con questi strani e improbabili escursionisti, che ovviamente non smettono un attimo di immortalare il tutto con scatti e filmati, oltreché ringraziarci continuamente per averli portati fin lì. “Se bastasse così poco – ho pensato – per cambiare le sorti della vita di queste persone!! Per ridare loro un po’ di speranza…”

E’ la prima volta che li vedo sorridere così tanto, mi accorgo con piacere.

Foto di gruppo in vetta e poi via, si torna a valle, allo “solita” e normale vita di “richiedente asilo”, sospesa in attesa di un permesso di soggiorno che forse neanche mai arriverà.

Quel giorno abbiamo semplicemente offerto loro un po’ di svago. Qualcosa però ora è cambiato tra noi: abbiamo aggiunto un piccolo tassello alla relazione di amicizia che stiamo tentando di costruire, tra partite di calcio ed escursioni “himalayane” appunto.


IN EVIDENZA
Posts Recenti