La strage di Charlie Hebdo a Parigi

Logo02.png

La sede del giornale satirico Charlie Hebdo il giorno 7 gennaio 2015 è stata presa d’assalto da un attentato terroristico. La sede si trova in Rue Nicolas Appert, nell’undicesimo arrondissement, più a nord di Place des Vosges in Francia. Verso le 11.30 del mattino due attentatori sono riusciti ad entrare nell’ufficio della sede dove si stava svolgendo una riunione, come ogni mercoledì. I due uomini, armati di kalashnikov, hanno aperto il fuoco. La polizia francese conta dodici morti: 8 giornalisti, compreso il direttore Stephan Charbonnier, detto Charb, l'economista Bernard Maris, ospite della redazione, il portiere dello stabile e due poliziotti, uccisi proprio fuori dall’edificio. Durante le operazioni di fuga con diverse macchine, il complice più piccolo avrebbe lasciato la carta d’identità su una di esse, facilitando la polizia nella sua cattura. Gli altri due complici fuggiti sono stati individuati dalla polizia Francese successivamente.

Il settimanale, 15 minuti prima dell’attentato aveva pubblicato una vignetta satirica sul leader dello stato islamico Abu Bakr al-Bhaghdadi. La sede del giornale non è estranea a questo genere di attacchi. Nel 2011, infatti, era stata presa d’assalto venendo distrutta dal lancio di una bomba molotov. La causa è collegata sempre alla pubblicazione di vignette satiriche riguardanti il mondo dell’Islam.

#superpanda #news

IN EVIDENZA
Posts Recenti